Salta al contenuto principale
Schloss Schönhausen - Museumsausstellung
© Stiftung Preußische Schlösser und Gärten Berlin-Brandenburg

Schloss Schönhausen - Museumsausstellung

Esposizione museale

Disposta su tre piani, i visitatori hanno a disposizione in totale 27 spazi allestiti in base ai contesti storici: il piano terra è riservato alla regina prussiana Elisabet Christine, moglie di Federico il Grande. Quest’ultima utilizzò il Castello come residenza estiva nel XVIII secolo per più di 50 anni. La famiglia aristocratica di Dohna, a cui si deve la costruzione originaria del Castello di Schönhausen nel 1660, sono dedicati gli spazi positivi nel piano superiore.
Sempre nel piano superiore si trova la stanza dove lavorava il primo presidente della DDR, Wilhelm Pieck, arredata con la scrivania e i mobili per le conferenze. Tra il 1949 e il 1960 il Castello di Schönhausen divenne la sede del capo della DDR, mentre tra il 1964 e il 1990 venne utilizzata come residenza statale per gli ospiti. Di questo periodo sono sia la stanza dell’ufficio che l’elegante e moderno giardino presidenziale. Dopo che il Castello divenne sede del Consiglio di Stato della DDR dal  1960 fino al 1964, fu definitivamente fino al 1990 utilizzato come residenza per gli ospiti del governo della DDR. L’appartamento per gli ospiti venne arredato nello stile degli anni ’60, mentre la  stanza del camino presenta un arredamento del 1978. In queste stanze vennero ospitati importanti personalità come Indira Gandhi e Michail Gorbačëv.
I testi descrittivi e il materiale fotografico di accompagnamento riposti su grandi stele, così come le audio-guide, offrono agli ospiti una vivida immagine delle funzioni storiche e, al contempo, dei cambiamenti, rappresentati anche dai locali, vissuti in quel tempo.

Qui troverete ulteriori informazioni